Cerchiamo di dare una risposta alle vostre domande più frequenti, secondo la nostra esperienza e l’organizzazione del nostro ufficio

HO LETTO CHE OFFRITE GRATUITAMENTE UN SERVIZIO DI CONSULENZA. COME FUNZIONA?

2020-07-21T16:29:24+02:00Di ||

La nostra società, attraverso l’esperienza acquisita dai propri soci in 30 anni di attività professione, è in grado di darti preziosi suggerimenti in merito a problematiche condominiali che trattiamo quotidianamente (ad es. assemblea condominiale, impugnazione delibere, tabelle millesimali, ripartizione delle spese, rendicontazione, detrazioni fiscali, trasparenza amministratore, ecc.) o ad argomenti tecnici propri

VOGLIO CHIEDERVI UN PREVENTIVO PER IL MIO CONDOMINIO. COSA DEVO PROCURARVI?

2020-07-21T16:31:42+02:00Di ||

Per poter fare una quotazione precisa sarebbe opportuno avere l’ultimo rendiconto approvato dal quale possiamo desumere il numero delle unità immobiliari, quali e quanti sono gli impianti comuni, e l’ammontare delle spese ordinarie annuali; di norma facciamo un sopralluogo in condominio per renderci meglio conto dello stato del fabbricato. Queste due cose ci

HO DECISO DI CAMBIARE L’AMMINISTRATORE DEL MIO CONDOMINIO. COSA DEVO FARE?

2020-07-21T16:33:15+02:00Di ||

Puoi chiedere la nomina del nuovo amministratore durante l’assemblea ordinaria o farlo chiedendo la convocazione di un’assemblea straordinaria, senza dover neppure spiegare i motivi che spingono i condòmini a farlo. Se vuoi assistenza a consulenza in merito per decidere come procedere, puoi contattarci senza impegno. Leggi il nostro articolo      CAMBIARE

HO SERI DUBBI SULLA REGOLARITA’ DELLA GESTIONE DEL MIO AMMINISTRATORE. COSA POSSO FARE?

2020-07-21T16:35:11+02:00Di ||

Puoi rivolgerti al Tribunale competente presentando una semplice domanda ben motivata e documentata, con la quale chiedi al Giudice di rimuovere l’attuale amministratore e di nominarne uno “d’Ufficio”. Leggi l’articolo     LA REVOCA GIUDIZIALE DELL’AMMINISTRATORE     e se vuoi chiamaci per fissare un appuntamento in sede senza impegno.

E’ OBBLIGATORIO ESSERE ISCRITTI AD UN’ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA PER ESSERE AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO?

2020-07-21T16:37:30+02:00Di ||

Pur non essendo obbligatorio, è utile appartenere ad un’associazioni di categoria, ricordando, però, che l’iscrizione non è una garanzia di professionalità e tanto meno di capacità dell’amministratore, ma solo di regolarità formale con lo statuto dell’associazione. Essere iscritto ad un Ordine o Collegio professionale dovrebbe dare, almeno in teoria, qualche garanzia in più.

TUTTI GLI AMMINISTRATORI DEVONO SEGUIRE DEI CORSI DI FORMAZIONE ANNUALI?

2020-07-21T16:38:19+02:00Di ||

Certamente: tutti gli amministratori che svolgono l’attività, oltre a dover possedere dei requisiti di onorabilità, un titolo di studio e una formazione iniziale, DEVONO frequentare OGNI ANNO un apposito corso e, a richiesta, devono poterlo dimostrare ai loro amministrati. Sono esentati SOLO gli amministratori “interni”, quelli che amministrano il condominio dove hanno delle

ENTRO QUANTO TEMPO L’AMMINISTRATORE DEVE CONVOCARE L’ASSEMBLEA ORDINARIA?

2020-07-21T16:39:20+02:00Di ||

L’amministratore deve convocare l’assemblea ordinaria entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio ordinario. Tieni presente che non sempre l’esercizio del condominio termina il 31 dicembre di ogni anno. Leggi il nostro articolo ed i riferimenti di legge in proposito:  CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA ENTRO 180 GIORNI DALLA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO  

COSA DEVE CONTENERE IL RENDICONTO ANNUALE DELL’AMMINISTRATORE?

2020-07-21T16:40:18+02:00Di ||

Dall’entrata in vigore della Legge 220/2012 l’amministratore DEVE presentare all’assemblea annuale un rendiconto composto da un registro di contabilità, un riepilogo finanziario ed una nota sintetica. Se non sono presenti questi documenti l’assemblea può rifiutarsi di discutere l’approvazione del rendiconto perché carente della documentazione obbligatoria per legge. Purtroppo riscontriamo che, ancora oggi a

Carica altri articoli
Torna in cima